Battlefield, Senza categoria

Battlefield 3 Close Quarters: lista armi

Con l’uscita del nuovo trailer, EA ha rilasciato nuove informazioni riguardanti il dlc Close Quarters; molte di queste notizie le conoscevamo già, ma ora scopriamo anche un elenco completo delle 10 nuove armi del DLC.

L’elenco:

  • AUG Assault Rifle
  • SCAR Assault Rifle
  • ACW-R Carbine
  • MTAR-21 Carbine
  • M417 Sniper Rifle
  • JNG-90 Sniper Rifle
  • L86LSW Machine Gun
  • LSAT Machine Gun
  • MP5K Tactical Machine Pistol
  • SPAS-12 Shotgun

Ci sono un paio di vecchie “conoscenze” su quella lista da Bad Company 2 e altri Battlefield,principalmente la Steyr AUG, SCAR FN, e il fucile a pompa SPAS-12. Le nuove armi di Close Quarters dovranno essere sbloccate così come abbiamo fatto con Back To Karkand, attraverso le “assegnazioni”.

Battlefield, Senza categoria

Battlefield 3 – Close Quarters: Donya Fortress


Senza categoria, VideoGames

Ea Crysis 3 – Trailer di annuncio ufficiale (HD)


Hardware, Senza categoria

Intel presenta Ivy Bridge

 

Intel presenta l’architettura tridimensionale a 22 nanometri. I chip Quad-Core a 22 nm raddoppiano le prestazioni video


Intel presenta gli attesissimi processori Ivy Bridge con architettura a 22 nanometri (nm). La terza generazione delle Cpu Core i-Serie adotteranno ancora i nomi Core i3, Core i5 e Core i7. La produzione a 22 nm è basata sulla nuova tecnologia dei transistor tri-gate 3D e di una nuova architettura grafica. I processori quad-core sonodedicati per PC desktop di fascia alta, notebook e in sistemi all-in-one.

 

Per la prima volta l’alternanza “Tick-Tock” di Intel accelera con l’introduzione simultanea sul mercato dei primi processori – al mondo – realizzati con processo di produzione a 22 nm e e di una nuova architettura grafica. In precedenza, l’azienda seguiva un modello “Tick-Tock” rigido e inflessibile, in base al quale il primo anno veniva introdotto un nuovo processo di produzione (“Tick”) e il successivo veniva cambiata l’architettura del chip (“Tock”). La possibilità di accelerare la roadmap, modificando in contemporanea sia l’architettura del chip che il processo di produzione, è stato possibile grazie al metodo denominato Integrated Device Manufacturing (produzione integrata di dispositivi).

 

Le prestazioni sono fino a due volte superiori con grafica 3D e contenuti multimediali HD. Le prestazioni elevate dei processori migliorano le esperienze visive: dai videogame mainstream alla modifica di video HD. La Grafica Intel HD 4000 supporta Microsoft DirectX 11, OpenGL 3.1 e OpenCL 1.1. Con la tecnologia Intel Quick Sync Video 2.0 – integrata nei nuovi processori – gli utenti sono in grado diconvertire i loro video fino a due volte più velocemente, rispetto ai processori dello scorso anno, e con velocità fino a 23 volte più elevata rispetto ai PC di soltanto tre anni fa: “Le funzionalità video-grafiche 3D dei processori Intel Core di terza generazione rappresentano un importante passo in avanti per i videogame“, ha affermato Gabe Newell, cofondatore e Managing Director di Valve Software, provider di videogame online. “Si prospettano novità interessanti per gli utenti di videogame mainstream, a partire da titoli come il nostro DOTA 2 di prossima uscita, ottimizzato per Grafica Intel HD 4000“.

 

Nei prossimi mei arriveranno a scaffale ultrabook, piattaforme all-in-one (AIO), PC aziendali e sistemi intelligenti basati sui nuovi processori Intel in ambito retail, sanità ed altri settori. La tecnologia dei transistor tri-gate 3D di Intel prevede miglioramenti architetturali destinati all’elaborazione di grafica 3D e contenuti multimediali HD fino a due volte superiori rispetto alla generazione precedente.

 

Con prestazioni del processore fino al 10% superiori e nuove tecnologie ideate per accelerare il flusso di dati – da e verso i chip -, i nuovi processori confermano una maggiore potenza: “I processori Intel Core di terza generazione sono stati progettati appositamente per rendere possibili nuove ed entusiasmanti esperienze“, ha sottolineato Kirk Skaugen, Vice President e General Manager del PC Client Group di Intel. “I nostri ingegneri hanno superato le nostre aspettative, raddoppiando le prestazioni grafiche e multimediali rispetto ai processori più evoluti finora realizzati da Intel, il che si traduce in nuove, incredibili esperienze visive con i nuovi PC all-in-one e i dispositivi Ultrabook in arrivo. Tutto questo è reso possibile dalla combinazione dell’innovativa tecnologia di processo di Intel e dell’architettura dei processori, oltre che dal nostro costante impegno nel continuo sviluppo dell’innovazione dell’informatica“.

 

La sicurezza è una caratteristica chiave di Ivy Bridge: grazie a Intel Secure Key, che consiste in un generatore digitale di cifre casuali che crea numeri random per rafforzare gli algoritmi di crittografia; e aIntel OS Guard, che offre protezione da attacchi di privilege escalation in cui gli hacker assumono il controllo remoto del sistema di un utente. I chipset della serie 7 con tecnologia Intel IPT possono rendereilleggibile una parte dello schermo a programmi spyware con la funzionalità Protected Transaction Display, che impedisce agli hacker di ottenere le credenziali di login con possibili furti di identità.

 

Le nuove CPU mobili sono: i7-3920XM, i7-3820QM, i7-3720QM, i7-3612QM e 3610QM. Le CPU desktop invece sono: i7-3770K, i7-3770, i7-3770T, i7-3770S, i5-3570K, i5-3550, i5-3450, i5-3550S e i5-3450S.



FONTE: http://www.itespresso.it

Battlefield, Senza categoria

Rilasciata server patch per Battlefield 3

DICE ha rilasciato una nuova server patch di Battlefield 3 che porta alcune correzioni al gioco, tra cui un fix per i missili AA e una correzione aggiuntiva per il MAV . Si fa anche menzione di un tweak per migliorare la corazza del carro, ma non viene specificato cosa esattamente faccia il nuovo tweak. Ci aspettiamo di avere una migliore corazza, visto che  i carri armati sono stati pesantemente penalizzati in Battlefield 3.

(altro…)

Battlefield, Senza categoria

BATTLEFIELD 3 – Rifinire l’esperienza Deathmatch

 

In Battlefield 3, il team multiplayer di DICE era ansioso di riportare il Deathmatch nella serie dopo una lunga assenza. Volevamo dare ai giocatori un’esperienza di combattimento più semplice e mirata, che mantenesse la singolare identità di Battlefield. Anche se eravamo molto contenti del risultato finale, passando molte ore a giocare online e ascoltando i pareri della community ci siamo resi conto che c’erano aree specifiche con grandi margini di miglioramento. Uno dei feedback più comuni è stato che i punti di rigenerazione fossero troppo vicini ai nemici in Deathmatch a fazioni o a squadre ed è una cosa che intendiamo migliorare. Ecco come.


Deathmatch a fazioni: le basi della rigenerazione
A causa della natura essenziale dei Deathmatch a fazioni, un sistema di rigenerazione dei giocatori che li sposti efficacemente qua e là sulla mappa è cruciale per una buona esperienza di gioco. Il sistema include sia il codice di rigenerazione dell’intero gioco, sia i punti di rigenerazione individuali e le relative zone, posizionate manualmente da chi progetta il livello. Sapevamo che, piuttosto che alterare il layout del livello, per migliorare l’esperienza dovevamo concentrarci su questi dettagli.

In Battlefield 3, la mappa è divisa in diverse zone di rigenerazione corrispondenti alle aree del livello in cui una fazione tenderà a trovarsi o che si troverà a difendere. Man mano che il combattimento avanza, il sistema tiene traccia di quale fazione controlla ogni zona e cerca di rigenerare i giocatori vicino ai loro alleati. Un buon layout del livello incoraggerà in modo naturale i giocatori a muoversi costantemente sulla mappa, mentre il sistema di rigenerazione automatico si assicurerà che, quando possibile, ritornino in gioco dopo la morte accanto ai propri compagni. L’idea è di far sì che le fazioni si combattano su fronti concentrati che si alternano e si spostano con l’infuriare dello scontro.

(altro…)

Battlefield, Senza categoria

Close Quarters


L’annuale convention PAX è in corso a Boston e DICE ha messo in mostra il prossimo DLC di Battlefield 3: Close Quarters. Qualcuno è riuscito a riprendere pochi minuti di gioco su una delle nuove mappe, Torre Ziba. Anche se il filmato non è perfetto(è off-screen), ci dà un assaggio del  nuovo DLC: situazione molto tesa e mappe basate sul combattimento “only infantry”. I fan della mappa Operation Metro potranno essere molto felici!

Buona Pasqua dai Rinnegati !

Battlefield, Senza categoria

Novità nel Battlelog: Live Scoreboard

Nelle prossime settimane, sarà  resa gradualmente disponibile una nuova funzionalità nel browser Server Battlelog: la pagella Live.

Il quadro di valutazione mostra in diretta ciò che sta accadendo su un server PC ed è utile in molti modi. Quando si visualizzano i dettagli di un server, vedremo  l’andamento della partita in corso e aggiornamenti in tempo reale sulle prestazioni di ogni giocatore.

(altro…)

Hardware, Senza categoria

ASUS GeForce GTX 680, specifiche e prezzo

Anche ASUS, noto produttore di PC e schede madri, non poteva mancare nel proporre la propria versione della Nvidia GeForce GTX 680, prodotto disponibile ora anche in Italia. Come il modello reference anche l’Asus GTX 680 è dotata di 1536 core CUDA e 2 GB di memoria GDDR5 con bus a 256 bit; la scheda presenta poi una frequenza base di 1006 MHz con memorie a 6008 MHz. Completano il tutto le interfacce DVI-I, DVI-D, HDMI e DisplayPort.
La nuova ASUS GTX 680 è già disponibile al prezzo di Euro 615,00 IVA inclusa.
Specifiche Tecniche:

Fonte HDblog.it

Designed by SUV, in collaboration with Trucks, Lexus SUV and Best SUVs.